close
Mangiare Sano

Il ribes nero contro le allergie: naturale è bello

ribes-nero

La bellezza del corpo passa anche attraverso la sua cura: un corpo sano è un corpo bello, ancora meglio se punti a rimedi naturali che limitano l’apporto di sostanze chimiche estranee all’organismo. Prendiamo un esempio calzante di questa stagione: le allergie.

Di certo se sei un soggetto predisposto ad una qualsiasi forma allergica sai che l’unico rimedio sono le compresse antistaminiche a base di cortisone: si argina momentaneamente il problema sì, ma a quale prezzo? Gonfiore, sonnolenza e dipendenza.

Ma siamo sicuri che sia l’unica soluzione? La natura, anche in questo caso, ci viene incontro e ci offre un’alternativa a molti sconosciuta ma salutare ed efficace: il ribes nero.

Le proprietà del Ribes Nigrum

La più apprezzata virtù di questa pianta è senza dubbio quella di essere un potente antistaminico naturale: alcuni principi attivi infatti contrastano l’azione dell’istamina, la sostanza responsabile delle reazioni allergiche.

In particolare è il gemmoderivato del ribes che funziona sia a livello cutaneo che respiratorio, ed è quindi indicato anche in caso asma, riniti, bronchiti, faringiti, dermatiti e congiuntivite, fino al banale mal di gola e raffreddore. Sempre le gemme inoltre hanno proprietà antinfiammatorie e svolgono un’azione immunostimolante che la combatte la stanchezza e aumenta la resistenza a malattie influenzali.

Le foglie della pianta, invece, hanno proprietà depurative e diuretiche e vengono quindi usate sotto forma di infusi in fitoterapia, anche per drenare l’organismo e ridurre il colesterolo nel sangue.

I frutti sono ricchi di acido citrico, vitamina C, oligoelementi, acidi polinsaturi e flavonoidi e si rivelano utili per la loro azione astringente, vasoprotettiva e rinfrescante: quindi benefici per la circolazione e la fragilità dei capillari, per alleviare varici, pesantezza delle gambe, emorroidi ed altri fastidi causati dall’apparato microcircolatorio.

Il ribes nemico delle allergie

Tornando al problema stagionale, nel caso delle allergie è indicato il macerato glicerico in gocce ovvero una preparazione erboristica liquida, ottenuta dai tessuti embrionali freschi della pianta (nel caso del ribes nero, proprio le gemme) miscelati ad acqua, alcol e glicerina.

La modalità di somministrazione è semplice: 40­-50 gocce diluite in poca acqua da prendere due volte al giorno, a metà mattina e a metà pomeriggio, poiché in quelle ore le ghiandole surrenali sono in piena attività.

Importante ricordare che si tratta comunque di un rimedio naturale e in quanto tale agisce molto più lentamente rispetto ai normali farmaci, quindi bisogna assumerlo con costanza ed avere un po’ più di pazienza.

Il guadagno in ogni caso c’è ed è tangibile: nessun effetto collaterale e nessuna assuefazione. Solo un paio di accorgimenti:

  • Consultare un medico se si soffre di ipertensione, poiché il Ribes nero tende ad aumentare la pressione arteriosa, e in caso di gravidanza o allattamento;
  • Cercare di ridurre il consumo di alimenti che contengono Istamina (come, ahimè, cioccolata, formaggi, vino e birra).

Ti saluto con una curiosità: come altre piante con parti scure ma commestibili e dolci di sapore, il ribes nero, secondo le credenze più antiche, ha il “potere” di scacciare gli umori neri, per questo in passato è stato usato per guarire febbri e pestilenze. Una sorta di lato oscuro ma “non malevolo” che allontana la negatività e persino la malinconia… Chissà!

Tags : alimentazione sanabenesserecombattere l'allergiaProprietà alimentiribesrimedi naturali

Lascia un Commento