close
Medicina e Salute

Ortodonzia: gli apparecchi invisibili

apparecchio invisibile

Probabilmente parecchi di noi hanno avuto modo di conoscerli in tenera età. Già, perché gli apparecchi dentali sono soluzioni a cui generalmente si ricorre nei periodi a cavallo tra infanzia e adolescenza, anche se chiaramente sono molti i casi di persone che li riscoprono in veneranda età.

E chi se li ricorda, con tutta probabilità su questi impianti pone un veto che ritiene tuttora valido!

Le cause per cui molte persone ritengono antipatici gli apparecchi dentali, in effetti, non sono poi così difficili da rinvenire. A maggior ragione poi, se questi devono andare ad inficiare sul sorriso di una ragazzina odierna o di un potenziale playboy di domani!

Installare un apparecchio per risolvere i problemi legati al mal posizionamento o ad uno scorretto allineamento dei denti, può certamente rivelarsi utile. Ma il danno estetico che tali strutture causano alla figura della persona che le indossa, è palese e difficilmente contestabile.

E proprio per porre fine all’equivalenza “apparecchi dentali = nemici estetici”, ecco che l’ortodonzia, ovvero la branca dell’odontoiatria che si occupa dell’allineamento dei denti, ha formulato una nuova idea in tal proposito. (Per approfondimenti sull’ortodonzia potete vedere il sito web del Dott. Piccardo al seguente indirizzo www.dentista-genova-dottpiccardo.it dove vengono affrontati in maniera sistematica le varie problematiche della materia).

Da un po’ di anni a questa parte, infatti, si stanno diffondendo i cosiddetti apparecchi invisibili. Si tratta di strutture ortodontiche, che alla pari dei comuni apparecchi tradizionali, mirano a ripristinare l’armonia della dentatura.

A differenza delle soluzioni generalmente conosciute, però, gli apparecchi invisibili hanno proprio la peculiarità di apparire trasparenti e dunque di non compromettere affatto l’estetica della persona che li indossa.

Inoltre, queste mascherine invisibili possono essere rimosse a propria totale discrezione, lasciando un segno minimo, se non quasi impercettibile, della loro presenza nella propria vita di tutti i giorni.

In sostanza, l’ortodonzia si è munita di una nuova tipologia di apparecchio dentale tecnicamente funzionale ed esteticamente impeccabile.

Ma quanto può arrivare a costare tutta questa comodità? E’ naturale che gli apparecchi invisibili risultino più cari dei tradizionali: il sovrapprezzo viene stimato in almeno un +30%.

E a questo punto, fatte le opportune considerazioni e valutata la famosa analisi costi-benefici, sta al paziente scegliere se ricorrere o meno a questa particolare scoperta dell’ortodonzia moderna.

Tags : apparecchi invisibiliortodonzia esteticasorriso perfetto

Lascia un Commento