close
Tenersi in forma

La psicodieta. Quando la dieta inizia dalla testa

la-psicodieta

Quante volte avete iniziato una dieta, determinati a perdere peso, ma non siete mai riusciti a raggiungere il vostro obiettivo, nonostante l’abbiate seguita alla lettera senza sgarrare?

Al di la delle diete e di quello di cui bisogna privarsi per ritornare ad un peso accettabile, bisogna considerare anche la forte componente psicologica che viene coinvolta in questo particolare processo.

Ecco quindi che si parla di psicodieta, non una particolare dieta, ma una vera e propria rieducazione nei confronti del cibo.

Il legame tra cibo e psicologia è stato ormai ribadito più volte, spiegando appunto che molte persone non riescono a dimagrire oppure al contrario, ingrassano, perché vinti dallo stress, dall’emotività o dalla mancanza di autostima. Da sentimenti che portano il cibo a diventare una sorta di cura o palliativo per le proprie sofferenze.

Avere quindi un buon rapporto con il cibo è un requisito essenziale affinché la nostra dieta abbia successo.

La psicodieta si prefigge proprio questo obiettivo, aiutando la persona a capire quali alimenti sono connessi a determinati stati come l’ansia, la solitudine, l’insoddisfazione e quant’altro.

Cercando di appianare gli squilibri e conoscerne meglio le cause, affinché il rapporto con il cibo torni a svolgere la sua funzione primaria.

Un aspetto molto interessante, del quale si può scoprire molto di più attraverso i numerosi testi che sono stati scritti a riguardo. Magari questa volta seguire la dieta ed ottenere dei risultati, potrebbe essere molto più semplice.

 

Tags : alimentazione sanaconsigli di bellezzacura del corpodietadimagrirepsicodieta

Lascia un Commento